Sono due delle problematiche più frequenti col pancione

I prodotti Pharma Mum ora ad un prezzo scontatissimo

Stitichezza e ferro basso sono due delle problematiche più frequenti in gravidanza e sono moltissime le donne che ne soffrono. Per alcune si tratta di disturbi che si presentano precocemente, per altre invece caratterizzano l’ultima parte della gestazione. In ogni caso è innegabile che, per un verso o per l’altro, diano entrambi fastidio. Pharma Mum Italia, sempre vicina alle donne, soprattutto nei periodi più delicati come la gravidanza, da oggi pensa a loro ancora di più offrendo due dei suoi prodotti ad un prezzo scontatissimo: Laxamel e Sidertask, i due alleati delle future mamme contro stitichezza e carenza di ferro.

Acquistando dal sito Pharma Mum Italia, entrambi gli integratori hanno uno sconto del 50%. Una confezione di Laxamel, prodotto di punta contro la stitichezza, costa 7,90 euro invece di 15,90. Sidertask, efficace “arma” contro la carenza di ferro, si può comprare a 10,90 euro al posto di 21,90. L’offerta è riservata esclusivamente agli acquisti effettuati sull’e-shop Pharma Mum Italia (si può accedere direttamente cliccando QUI). Un modo dunque per dire addio a stitichezza e ferro basso in maniera efficace e, allo stesso tempo, economica.

Stitichezza in gravidanza

La stipsi è un problema molto comune e può presentarsi sin dalle primissime settimane di gestazione. Nelle sue linee guida per una gravidanza serena e in salute, l’Organizzazione mondiale della sanità sottolinea che, per garantire il massimo benessere della futura mamma, bisogna intervenire anche sulla stitichezza. Viene insomma riconosciuto quando possa essere “antipatica”.

Gran parte della colpa del disturbo è da imputare ai cambiamenti ormonali, in particolare al progesterone che rende più liscia la muscolatura, riducendo la motilità intestinale. Altri fattori contribuiscono alla comparsa della stitichezza in gravidanza, come il peso del bambino che comprime gli organi interni e, in particolare, l’intestino o eventuali variazioni nell’alimentazione.

Le abitudini a tavola sono fondamentali per contrastare il disturbo, che si può associare a dolori, gonfiori, coliche. La stitichezza ostinata può favorire la comparsa di emorroidi in gravidanza. Durante le 40 settimane, va aumentato l’apporto di fibre, soprattutto quelle integrali, e ridotta la quantità di alimenti “dannosi” (il cosiddetto “junk food”, cibo spazzatura). Bisogna inoltre bere moltissimo, almeno due litri di acqua al giorno, in modo da facilitare la funzionalità intestinale e ammorbidire le feci. Un po’ di movimento non guasta di sicuro.

Laxamel per la stitichezza in gravidanza

Come sanno tutte le future mamme, i farmaci in gravidanza vanno evitati quanto più possibile e, in effetti, sono pochi quelli che possono essere assunti. Per restare in tema di stitichezza, i lassativi sono sconsigliati perché possono avere effetti avversi anche importanti. Proprio alla luce di ciò che abbiamo scritto, Pharma Mum Italia produce integratori delicati, studiati appositamente per le donne in gravidanza, che non possono prendere sostanze “aggressivi”.

Le bustine di Laxamel vanno sciolte in acqua finché il prodotto non assume la consistenza di un succo di frutta alla pera. Le fibre insolubili resteranno in superficie ed è assolutamente normale. Questo prodotto agisce sulla stitichezza in maniera “soft”, ma al contempo efficace. I suoi componenti sono tutti di origine naturale e il mix di fibre solubili ed insolubili regola il transito intestinale. La fibra di buccia di mela contiene polifenoli, che hanno una funzione antiossidante, mentre l’estratto di melissa ha proprietà spasmolitiche, cioè riduce gli spasmi provocati dal transito rallentato della massa fecale, tipico della stitichezza (della melissa abbiamo parlato in maniera approfondita QUI). L’efficacia è poi garantita dalla gomma di guar, dalle fibre di psyllium e dal succo di prugna atomizzato. 

È consigliabile assumere una-due bustine al giorno lontano dai pasti.

Carenza di ferro in gravidanza

Come detto, stitichezza e ferro basso sono entrambi molto frequenti. Secondo uno studio condotto in Belgio, il secondo problema colpisce un terzo delle donne in gravidanza. Durante l’attesa, il fabbisogno di questo prezioso elemento aumenta perché la mamma deve provvedere non solo a se stessa, ma anche al feto. Il ferro è fondamentale per la sua capacità di trasportare ossigeno nei globuli rossi. È poi indispensabile per la sintesi dell’emoglobina e per il corretto funzionamento di alcune strutture enzimatiche e del sistema immunitario. Insomma, non può proprio essere trascurato. I segnali di una possibile iposideremia sono stanchezza, affaticamento, difficoltà di concentrazione.

Carenze gravi di ferro possono portare all’anemia che, a sua volta, può essere causa di parto prematuro o basso peso alla nascita. Inoltre, i bimbi di mamme anemiche tendono ad avere carenze di ferro importanti soprattutto durante il primo anno di vita. Per stitichezza e ferro basso in gravidanza, la prima cosa su cui intervenire è l’alimentazione. I cibi ricchi di ferro sono molti (ne abbiamo parlato in questo post) e non è difficile aggiungerli alla propria dieta.

Sidertask per la carenza di ferro in gravidanza

Molto spesso il cibo da solo è insufficiente a garantirsi il giusto fabbisogno di ferro e i ginecologi prescrivono gli integratori. Che però non sono tutti uguali. Un tratto però piuttosto comune a tutti i prodotti è costituito dagli effetti avversi a carico dell’apparato gastrointestinale: mal di stomaco, crampi, nausea, stitichezza o diarrea sono i più comuni e frequenti anche perché si consiglia l’assunzione a stomaco vuoto per favorire il migliore assorbimento del ferro.

Sidertask è stato prodotto con una nuova tecnologia che risolve il problema dei disturbi provocati dalla supplementazione di ferro: il ferro fumarato viene rilasciato insieme alla vitamina C a piccole dosi per un tempo prolungato, permettendo il totale assorbimento del ferro, ma senza fastidi gastrointestinali. L’integratore, sotto forma di polvere da sciogliere direttamente in bocca senza acqua, è completato anche dalla vitamina B12 che contribuisce alla formazione dei globuli rossi e al metabolismo energetico.

Si consiglia una bustina la giorno di Sidertask lontano dai pasti, ma anche dall’assunzione di caffè, tè, cioccolato, latte e latticini.